ChiropraticaNews

Colpo della strega: Cosa è, cosa fare?

By 19 Dicembre 2017 No Comments

Colpo della strega: Cosa è, cosa fare?

Esistono tanti tipi di mal di schiena pero le forme più comuni sono : il blocco lombare acuto, conosciuto anche come colpo della strega, e la sciatalgia. Questi eventi danno sintomi diversi e hanno cause diverse, pero uno può portare l’altro o in alcuni casi possono addirittura presentarsi insieme.

Secondo l’OMS, l’80% della popolazione mondiale ha avuto o avrà, in qualche momento della propria vita, episodi di dolori alla schiena. Questo vuol dire che 8 persone su 10 hanno incontrato o incontreranno sulla loro strada questa esperienza fastidiosa. Un altra fonte italiana sostiene che insieme al raffreddore comune, il mal di schiena è la ragione più comune di visita al medico di base. I dolori lombari inoltre costituiscono una delle principali cause di assenza dal lavoro e di richieste di visite mediche e indagini diagnostiche costose.

Oggi si parla per il colpo della strega.

Quali sono i sintomi?
– Quando ci si piega per raccoglierle qualcosa per terra e spesso o si sente un TAC nella schiena, o una fitta nella schiena che provoca dei brividi e dolore acuto.
– Spesso può accadere anche all’improvviso senza fare uno sforzo o uno piegamento specifico. Qui la sensazione e quella di rigidità e un forte dolore nella parte bassa della schiena spesso vengono descritte come “pugnalate”, “morsi”.
– La tipica postura antalgica dove si rimane piegati in avanti o verso un fianco o tutti due insieme.                                     – Se uno prova a “raddrizzarsi”, questo provocherà molto più dolore.

 

Ma perché succede questo?
Sapiamo già che il nostro corpo e molto intelligente e riesce sempre a gestire in una maniera o l’altra tante situazioni stressanti. Il blocco della strega viene considerato come l’ultima difesa a disposizione del nostro corpo.
L’obbiettivo di questo blocco muscolare e quello di evitare di peggiorare la situazione e quindi evitare danni che eventualmente potrebbero provocarci anche problemi cronici o perenni. Quando il carico sulla nostra schiena ( non solo fisico ma anche chimico o emotivo) e maggiore a quello che può sostenere allora entra in funzione questo meccanismo di autodifesa – il colpo della strega, di qui il concetto e molto semplice. Tramite la rigidità lombare e il dolore diffuso il paziente e costretto a prestare molta attenzione ai movimenti che fa e deve per forza cercare di trovare una soluzione il primo possibile.

Quando la schiena inizia a bloccarsi ripetutamente, ciò è da considerarsi come un segnale d’allarme. E, in questi casi, è meglio farsi visitare al più presto per rimuovere le cause dei blocchi, prima di incorrere in danni irriversibili ai dischi intervertabrali.
Per un paziente con il colpo della strega diventano difficoltosi anche i più semplici gesti quotidiani, come infilarsi un paio di calze, lavarsi la faccia o il sali-scendi dall’automobile.

Cosa possiamo fare se succede questo?
La prima cosa da fare e mantenersi calmi ed evitare di andare in panico. Il nostro corpo e gia sotto uno stress enorme quando si diffende in questa magniera ed uno stato d’anima agitato non aiutera di sicuro.

La seconda cosa e cercare di capire quali movimenti peggiorano il dolore e la rigidità. E importante cercare di co-operare con il copro e non di andarli contro. In linee generali le rotazione del busto, i piegamenti in avanti estremi o il leggeri piegamenti al’indietro non sono desiderati dalla nostra schiena, pero non e sempre il caso quindi cerchiamo di ‘sentire’ quello che ci dice il corpo.

La terza cosa e mettere il ghiaccio sul fondo schiena. E vero che il problema e muscolare ed e anche vero che per anni e anni vi hanno sempre detto di applicare il caldo quando succedono questi eventi.  Le nuove ricerche ci insegnano che e meglio mettere il ghiaccio ma solo sul fondo schiena, non in alto dove si trovano i reni. Vi ricordiamo che il ghiaccio non va messo direttamente sulla pelle ma bisogna avvolgerlo in un panno e viene usato almeno 4-5 volte al giorno per 10 minuti ogni applicazione. Le ultime ricerche dicono che il ghiaccio e noto per le sue proprietà sfiammanti, specialmente se viene applicato sin dal inizio del colpo della strega.

Per finire e meglio cercare di mantenersi in movimento e camminare. Quando il corpo rimane in movimento, allora e più sciolto e libero mentre tante volte aiuta anche il sistema linfatico nel drenare i liquidi infiammatori che vengono prodotti durante questo blocco.

Queste 4 strategie sono fondamentali per affrontare in modo giusto e non dannoso le prime ore di un colpo della strega. Dobbiamo capire che questo e un preavviso che c’e qualcosa che non va, quindi bisogna fare sicuramente qualcosa per diminuire rigidità e dolore pero e di estrema importanza appoggiarvi al vostro Chiropratico di fiducia prima possibile sopratutto se avete notato che questi blocchi succedono molto più spesso rispetto a qualche anno fa. Fonti:

Mal di Schiena


https://www.spine-health.com/video/video-what-lumbago
http://www.corriere.it/salute/reumatologia/cards/che-cosa-colpo-strega-quali-sono-rimedi/principali-cause_principale.shtml
http://www.sanroccochiropratica.it/approfondimenti/chiropratica-mal-di-schiena http://www.globeweb.org/newsletter/interviste_3.html

Print Friendly, PDF & Email